Perché?

predisposizione_1

Perché durante la gravidanza può esserci la nausea? Quali sono le cause ed i motivi?

 

La causa reale di questo disturbo non è ancora chiara, ma, probabilmente, ci sono diversi motivi che concorrono al suo verificarsi. Perché, dunque, viene la nausea durante la gravidanza? Alcuni fattori che potrebbero essere responsabili di questo disturbo sono:

  • alti livelli di gonadotropina corionica (ß-HCG), l’ormone della gravidanza,
  • quasi certamente anche una maggiore concentrazione di estrogeni (estradiolo),
  • problemi alla tiroide, z carenze di specifiche vitamine (B6, B1, K),
  • fattori psicologici,
  • lento svuotamento gastrico,
  • presenza di infezione da Helicobacter pylori,
  • predisposizione genetica
Negli ultimi anni, la nausea e le altre alterazioni gastrointestinali sono state interpretate dai ricercatori come un tentativo dell’organismo di difendersi da un’eccessiva ingestione di cibo, che potrebbe essere veicolo di infezioni e intossicazioni nei primi mesi di vita del feto, molto delicati per il suo sviluppo.

I fattori di rischio

Ci possono essere una serie di fattori di rischio, riportati non in maniera univoca e definita nella letteratura scientifica, ma che sembrerebbero ricorrere più spesso nelle donne in gravidanza:

  • ricorrenza di nausea e vomito in gravidanze precedenti,
  • una storia familiare (della mamma e/o della nonna) di nausea e vomito,
  • una storia clinica con episodi di mal d’auto,
  • episodi di nausea durante periodi in cui vengono assunti contraccettivi a base estrogenica,
  • obesità,
  • stress,
  • gravidanze plurigemellari (due o tre),
  • la prima gravidanza.

predisposizione_2

Bisogna escludere altre cause

Esistono tutta una serie di condizioni fisio-patologiche i cui sintomi tendono ad essere “simili” a quelli riscontrabili quando si ha nausea in gravidanza; in particolare:

  • disturbi gastrointestinali,
  • ipo- o iper-tiroidismo,
  • episodi di emicrania,
  • disturbi di tipo psicologico,
  • diabete gestazionale,
  • infezioni virali o batteriche,
  • condizioni patologiche non ben trattate o solo parzialmente,
  • mancanza di sonno o insonnia.
La presenza di sintomi o segni come dolore o tensione addominale, febbre, mal di testa, diarrea, costipazione, gozzo, possono portare alla diagnosi di altri tipi di patologie.

E’ opportuno, quindi, che la donna si rivolga al medico curante che eseguirà un’accurata anamnesi per escludere altri tipi di patologie e disturbi.